Nello svolgimento dell'attività la Cooperativa privilegia forme di lavoro stabile e continuativo. I contratti di lavoro subordinato (indeterminato e determinato) sono infatti applicati nella maggioranza dei casi e fanno tutti riferimento al CCNL delle Cooperative Sociali. Solamente alcun professionisti (psicologi, fisioterapista e alcuni medici) sono in forza all'Hospice di Abbiategrasso con un contratto di collaborazione esterna. Nel 2015 i lavoratori dipendente sono saliti a 27 (nel 2014 erano 25) mentre i collaboratori sono passati da 8 (dato 2014) a 5. Nel corso del 2015 nessuna sanzione è stata emessa nei confronti dei lavoratori.  

L'equipe dell'Hospice è stabile e soggetta ad un turnover estremamente ridotto, ne consegue che l'anzianità di servizio, così come l'età anagrafica, negli ultimi 10 anni è decisamente cresciuta.

L'attività di tipo socio-sanitario prevede il coinvolgimento di personale altamente professionalizzato con specializzazioni differenti. Sono infatti presenti le seguenti figure professionali: medici specializzati, psicologi, educatori professionali, infermieri laureati e non, assistenti sociali e operatori socio sanitari. Tutto il personale ASA è stato riqualificato con il titolo di OSS, i medici hanno potuto frequentare i migliori master in Cure Palliative oggi presenti in Italia. Il personale Infermieristico è progressivamente aggiornato attraverso il master universitario dell'Università degli Studi di Milano. Tutti il personale della struttura partecipa ad attività di formazione interna ed esterna.

RICOVERI

Nel corso del 2015 sono stati ricoverati 352 pazienti contro i 306 del 2014. I pazienti degenti presso la struttura hanno avuto nel 2015 un'età media di 75,6 anni in crescita di circa 1.2% rispetto all'anno precedente. Nell’ultimo anno il tasso di occupazione dei posti letto si è attestato al 88% con un aumento dell’2% rispetto all’anno precedente. Nel 2015 non sono stati ricoverati pazienti malati di AIDS. I grafici sopra riportati mostrano un incremento nel numero dei ricoveri dovuto principalmente alla crescita dell’attività di consulenza del palliativista dell'Hospice di Abbiategrasso presso i reparti degli Ospedali di Abbiategrasso e Magenta. Questa attività rientra nel progetto “Il Malato e la Famiglia al Centro della Rete delle Cure Palliative”.

 

ALTRE ATTIVITA'

I grafici riportati sopra mostrano l'andamento dell'attività presso il domicilio, presso l'ambulatorio di cure palliative attivo nei locali dell'Hospice di Abbiategrasso e le erogazioni della dote famiglia. Tutti questi servizi rientrano nel progetto “Il Malato e la Famiglia al Centro della Rete delle Cure Palliative”.

Assistenza Domiciliare Integrata (ADI): l'anno 2015 è stato caratterizzato da un incremento, seppur lieve, nel numero degli assistiti presso la propria abitazione. Tale aumento è dovuto in modo parziale all'andamento dell'attività nel territorio sanitario della Lomellina, avviato alla fine del 2014, che ha permesso di assistere 17 pazienti.

Ambulatorio di Cure Palliative: è attivo all'Hospice dalla fine del 2012. Nel 2015 37 pazienti di età compresa tra i 40 e gli 90 anni hanno avuto accesso a questo servizio. Si tratta di persone malate la cui condizione clinica consente ancora una parziale autonomia che permette loro di recarsi autonomamente presso l'ambulatorio. 

Dote Famiglia: Consiste in un assegno mensile di 700 Euro erogato direttamente da parte degli uffici Amministrativi dell’Hospice di Abbiategrasso alla famiglia del paziente in carico o in procinto di essere preso in carico dal servizio di Cure Domiciliari. I criteri di selezione delle famiglie cui erogare l’assegno sono coerenti con l’obiettivo della sperimentazione. A tal proposito si è potuto verificare l’opportunità di un sostegno economico per quelle famiglie che, in assenza di un contributo, dovrebbero ricorrere al ricovero del paziente, anziché estendere il contributo a tutte le famiglie. Nel corso del colloquio di presa in carico, l’educatore verifica i requisiti sulla base di tre categorie:

  1. Desiderio del malato e della famiglia di realizzare un percorso di assistenza domiciliare di cure palliative;
  2. Fragilità nel contesto familiare, anche in senso allargato; mancanza/difficoltà socio-relazionali;
  3. Fragilità economica, mancanza di risorse economiche tali da poter garantire un’adeguata e continua presenza di un caregiver.

 

AMBULATORIO PRESSO GLI OSPEDALI DI MAGENTA E ABBIATEGRASSO

L'attività di consulenza del palliativista presso gli Ospedali di Magenta e Abbiategrasso è caratterizzata da un elevato grado di innovatività. Il fine è quello di garantire la presa in carico globale, precoce e continuativa dei pazienti seguiti in regime ambulatoriale e di favorire la consulenza di cure palliative presso i reparti di degenza. Anche questa attività rientra nel progetto “Il Malato e la Famiglia al Centro della Rete delle Cure Palliative” ed è stata formalizzata con il Del. 517 del 22 novembre 2012 in cui l’Azienda Ospedaliera Ospedale Civile di Legnano ha stipulato un protocollo d’intesa con la Cooperativa “In Cammino” ONLUS. Dall'avvio nel novembre 2012 le ore di consulenza hanno subito un notevole incremento. Nel 2015 il medico palliativista dell'Hospice di Abbiategrasso ha operato presso i reparti ospedalieri per un totale di 748 ore con un aumento del 20% rispetto al 2014.

L’Hospice di Abbiategraso, grazie all’Associazione Amici dell’Hospice, realizza alcuni eventi/iniziative che possono essere classificate sia in base alla finalità, sia in base alla replicabilità.
Considerando lo scopo, le iniziative si suddividono in:

  • informative: allo scopo di far conoscere la struttura, la sua attività e il mondo delle cure palliative;
  • di raccolta fondi: allo scopo di sostenere le attività di cura della Cooperativa In Cammino.

Se si considera, invece, il fatto che vengano o meno ripetute nel tempo, si possono classificare come:

  • ordinarie (vengono svolte da alcuni anni);
  • straordinarie (non ripetibili).

Il 2015 è stato caratterizzato dalle seguenti occasioni di incontro con la comunità locale:

Domenica 1 marzo 2015: 18^ edizione della CORRIAMO PER L'HOSPICE.
Iniziativa ordinaria di raccolta fondi.

Pasqua - bonsai per ANLAIDS.
Iniziativa ordinaria di raccolta fondi per ANLAIDS.

23 maggio 2015 - Concerto del Corotrecime “Memorial Gigi Colombo”.
Iniziativa ordinaria di raccolta fondi.

Sabato 30 e domenica 31 maggio - torneo di Golf II Memorial dedicato al ricordo di Angelo Gorla e Laura Fugazzi organizzato da Gorla Utensili srl.
Iniziativa straordinaria di raccolta fondi.

Venerdì 5 giugno - spettacolo teatrale “Il Segreto di Madre Teresa”, scritto e diretto da Luca Cairati, realizzato nell’ambito della manifestazione “La Città Ideale del Teatro Urbano”.
Iniziativa straordinaria di raccolta fondi.

11 giugno 2015 – Seminario gratuito di psicologia in cure palliative.
Iniziativa ordinaria di carattere informativo.

27 giugno 2015 – Serata delle Farfalle presso la Contrada di Bonirola.
Iniziativa ordinaria di raccolta fondi.

25 settembre 2015 - Rappresentazione Teatrale della Compagnia dialettale “La Maschera”.
Iniziativa ordinaria di raccolta fondi.

11 novembre 2015 - Estate di S. Martino.
Iniziativa ordinaria di carattere informativo.

14 novembre 2015 VOLO DAY presso l’Oratorio San Pietro di Abbiategrasso.
Iniziativa ordinaria di carattere informativo/aggregativo.

Sabato 12 dicembre 2015: S. Messa di ricordo con i familiari.
Iniziativa ordinaria di carattere informativo/aggregativo.