Nel mese di settembre 2016 è stato approvato dalla Fondazione Ticino Olona Onlus il progetto “Il silenzio non è d’oro. Parlare di perdita e di malattia con i minori”. La proposta porterà l’Hospice di Abbiategrasso nelle classi dell’Istituto comprensivo di via Palestro, l’obiettivo è quello di formare insegnanti e genitori affinché abbiano gli strumenti per affrontare argomenti complessi come la morte e la malattia di una persona cara.

Non fare fronte in maniera corretta ad un lutto può portare conseguenze sui minori e su tutto il nucleo famigliare. Le bugie o peggio ancora i “non detti” in queste situazioni portano con sé numerosi rischi: i minori possono crearsi fantasie sbagliate e sentirsi colpevoli di quanto accaduto, possono mettere in atto comportamenti problematici nei confronti di sé e degli altri, possono perdere la fiducia nelle figure adulte di riferimento. Frequenti sono anche le difficoltà relazionali che possono svilupparsi all’interno del gruppo classe se i minori sono lasciati soli nella gestione di un momento critico come quello della malattia inguaribile e della morte.

Il progetto prevede un ciclo di serate di formazione che si svolgeranno presso la scuola primaria di viale Serafino dell’Uomo, 44 ad Abbiategrasso nelle seguenti date:

• Giovedì 10 novembre 2016 ore 21.00
SERATA INTRODUTTIVA

• Giovedì 24 novembre 2016 ore 21.00
BAMBINI E PAROLE

• Martedì 6 dicembre 2016 ore 21.00
UNO STRUMENTO: GLI AMICI DEL BOSCO

Nel corso delle serate interverranno gli operatori e i volontari dell’Hospice per raccontare la realtà della struttura di via dei Mille. Gli incontri saranno tenuti dalla psicologa Giorgia Vacchini che proporrà approfondimenti e workshop utili al rafforzamento delle competenze genitoriali e della capacità di analisi degli insegnanti. Successivamente verrà attivato, a partire da gennaio 2017, uno sportello di ascolto psicologico presso la scuola primaria dell’Istituto Comprensivo di via Palestro.

Il progetto ha un costo complessivo di 7160 Euro che verranno coperti in parte dal contributo pari a 3500 euro della Fondazione Ticino Olona e in parte dal ricavato delle donazioni destinate all’Hospice di Abbiategrasso. Per sostenere questa iniziativa è possibile consultare la sezione donazioni all'interno del sito dell’Hospice di Abbiategrasso.

Circa 200 persone hanno partecipato al Voloday 2016, tradizionale cena di ringraziamento per tutte le persone vicine all’Hospice di Abbiategrasso. L’appuntamento era presso l’Oratorio San Giovanni Bosco che da ormai tre anni ospita la serata. Ancora una volta il menu è stato realizzato grazie alla preziosa collaborazione con alcuni commercianti di Abbiategrasso: Gorla Utensili ha sponsorizzato l’aperitivo, Gastronomia Fasani e Antica Salumeria Meloni hanno realizzato le portate e Pasticceria Besuschio ha prodotto il dessert.

La serata è stata l’occasione per ringraziare i tanti volontari che operano presso l’Associazione Amici dell’Hospice di Abbiategrasso. Il Presidente dell’Associazione, Corrado Dell’Acqua, ha fatto gli onori di casa e ribadito più volte la preziosa collaborazione tra i volontari e il personale dell'Hospice. Anche Luca Moroni, direttore della struttura, ha voluto ringraziare “le tante persone e gli enti che sostengono la nostra realtà.” Sempre il direttore ha fornito un quadro generale di quello che l’Hospice sta portando avanti ed in particolare del progetto “Il Malato e la famiglia al centro della rete delle cure palliative” che vede la struttura di via dei Mille impegnata in un modello di erogazione sperimentale che potrebbe essere presto messo a sistema.

La festa è stata resa possibile dal contributo dei negozianti di Abbiategrasso che hanno donato i loro prodotti per realizzare una piccola lotteria. Tra quelli che hanno deciso di donare occorre ringraziare:
Emozioni D’oro; Rognoni Umberto srl; Piazza Marconi Tredici; Playlife; De Respinis Abbigliamento; Ottica Balzarotti; Bar El Tabachè; Agata Blu; Calzoleria Bologna; Utensilfer Galbiati; Riseria Tarantola; Little Bar; Bar Piccadilly; Ferrari Gioielli; Tentori Ortofrutta; Casa del Caffè; Nuova Ronzio Elettrodomestici; Ortofrutta di Piazza Castello; Famiglia Reverberi per i cesti.

L’attività di musicoterapia, avviata in Hospice a partire dalla seconda metà del 2015, è ormai entrata a pieno titolo tra le situazioni di svago offerte ai pazienti della struttura. L’uso della musica e/o degli elementi musicali (suono, ritmo, melodia e armonia) da parte di un professionista della musicoterapia mira a sviluppare le funzioni potenziali e/o residue dell'individuo in modo tale che questi possa migliorare la qualità della vita grazie a un processo preventivo, riabilitativo o terapeutico. All'Hospice di Abbiategrasso questa attività è resa possibile grazie al sostegno dell'Associazione Amici dell'Hospice che ogni anno raccoglie numerose donazioni da destinare al sostegno della In Cammino Cooperativa.

Tra le numerose iniziative che il musico-terapeuta dell’Hospice, Maurizio Taverna, sta portando avanti in questi mesi, ne segnaliamo una diversa da quelle a cui eravamo abituati. Si tratta di un lavoro realizzato con Biagio, un paziente assistito al domicilio, che ha voluto scrivere e interpretare una canzone per esprimere i suoi sentimenti, le sue preoccupazioni e il suo stato d’animo rispetto alla particolare situazione che sta vivendo. Il brano si intitola “Soffio di vento” ed il suo utilizzo è stato concesso esclusivamente all’Hospice di Abbiategrasso da parte dell’autore. Il pezzo verrà presentato da Maurizio Taverna nel corso del Congresso SICP 2016 a Roma.

Ascolta il brano:

 

 

Ottimo risultato per la serata delle Farfalle organizzata dalla Contrada di Bonirola presso la propria sede al Centro Socio Sanitario Via Italia, 24 – Bonirola di Gaggiano. Nonostante la concomitanza con numerosi altri eventi sul territorio, il gruppo di volontari della Contrada ha saputo coinvolgere diversi amici e ha potuto così raccogliere un contributo per l’Hospice di Abbiategrasso.

La manifestazione, grazie alla vendita dei biglietti della lotteria organizzata dal team dei contradaioli, ha permesso di ricavare 1066,00 Euro da destinare all’Associazione Amici dell’Hospice di Abbiategrasso. La donazione consentirà di arredare il magazzino realizzato alla fine del 2015 nei sotterranei della struttura di via dei Mille 8/10.

Alla serata erano presenti anche alcuni volontari dell’Associazione Amici dell’Hospice e il Presidente Dell’Acqua che, oltre a ringraziare tutti per lo sforzo profuso e per il risultato, ha consegnato una targa di ringraziamento per i 10 anni di impegno della Contrada nei confronti dell’Hospice.

Di seguito i premi estratti durante la lotteria. Per informazioni e per il ritiro contattare la Contrada di Bonirola: Tel. 340/6948028 - email: direttivo@contradadibonirola.it

La Contrada di Bonirola di Gaggiano si trasforma anche nell’estate del 2016 nella Contrada del Cuore. Il gruppo di volontari dell’Associazione, guidati dal Presidente Roberto Santucci, animerà infatti le serate nella frazione di Gaggiano e devolverà il ricavato ad alcune associazioni locali.

Sabato 18 giugno è la volta dell’Hospice di Abbiategrasso e delle serata delle farfalle. A partire dalle 20.00 verrà aperto il servizio bar e le griglie inizieranno a fumare (è consigliabile la prenotazione per gruppi numerosi). Alle 21.00 circa, invece, si partirà con la musica del Maestro Daniele Violi per la serata danzante.

Un’occasione per stare insieme e divertirsi con l’obiettivo di sostenere le attività di cura dell’Hospice di Abbiategrasso.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni:
Tel. 340/6948028
email: direttivo@contradadibonirola.it
Contatto diretto: mercoledì e giovedì dale 21.00 alle 22.00 presso la sede della Contrada presso il Centro Socio Sanitario di Via Italia, 24 – Bonirola di Gaggiano

La XV Giornata del Sollievo si celebrerà domenica 29 maggio 2016. L’iniziativa è stata istituita grazie ad una direttiva dal Presidente del Consiglio dei Ministri nel 2001 (Dir.PCM24/05/2001). L’obbiettivo è «promuovere e testimoniare, attraverso idonea informazione e tramite iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale in favore di tutti coloro che stanno ultimando il loro percorso vitale, non potendo giovarsi di cure destinate alla guarigione».

La Giornata è promossa da diversi enti: il Ministero della Salute, la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti. Anche l’Ufficio per la Pastorale della Salute della Conferenza Episcopale Italiana sostiene l’iniziativa, così come molte altre realtà si impegnano a realizzare eventi di divulgazione ed informazione. Tra i sostenitori della Giornata è doveroso segnalare la Federazione Cure Palliative (FedCP) che racchiude oltre 70 associazioni di volontariato diffuse in tutto il territorio nazionale. La FedCP realizzerà la propria assemblea annuale dei soci ed un workshop sulla comunicazione nelle cure palliative proprio nel week end che prelude alla Giornata del Sollievo.

La direttiva del 2001 che ha istituito questa ricorrenza ha orientato gli sforzi nella direzione di contrastare la sofferenza del malato che giunge al termine della propria vita. Negli anni, tuttavia, la Giornata ha allargato il proprio orizzonte diffondendo una cultura del sollievo che comprendesse tutte le condizioni di malattia e di difficoltà esistenziale che le persone malate e i loro cari si trovano ad affrontare. Un approccio che è volto vicino a quello delle cure palliative, che l’European Association for Palliative Care (EAPC) definisce: “la cura attiva e globale prestata al paziente quando la malattia non risponde più alle terapie aventi come scopo la guarigione. Il controllo del dolore e degli altri sintomi, dei problemi psicologici, sociali e spirituali assume importanza primaria. [....] Il loro scopo è quello di preservare la migliore qualità della vita possibile fino alla fine".

Uno scopo, quello delle cure palliative, in linea con quello definito dalla Giornata, che intende inoltre ribadire che il sollievo è raggiungibile sia con farmaci e terapie, sia con attenzione, vicinanza e sostegno al malato e alla sua famiglia. L’Hospice di Abbiategrasso, in qualità di socio della FedCP e come ente erogatore di cure palliative, aderisce con entusiasmo alla Giornata e si impegna a diffonderne i contenuti e le finalità. La Giornata del Sollievo è uno dei due appuntamenti annuali dedicati a queste tematiche. Anche Federazione Cure Palliative ha infatti una propria ricorrenza in occasione dell’estate di San Martino. L’11 novembre di ogni anno si celebra la giornata di San Martino che vede impegnata FedCp, con la collaborazione delle Associazioni aderenti, in una raccolta firme per affermare i principi e i valori delle cure palliative.

Lo Spazio Prevenzione LILT di Abbiategrasso, ospitato presso l’Hospice di Via dei Mille 8/10, accoglierà un ulteriore servizio a partire da mercoledì 11 maggio 2016. Oltre alle visite senologiche e dermatologiche, già attive dal 2012, verranno implementate anche le visite ginecologiche e il Pap-test. L’obiettivo è quello di rivolgersi alla popolazione femminile e diffondere la cultura della prevenzione e della diagnosi precoce, fondamentali quando si parla di lotta ai tumori. Oltre ai suddetti servizi, nella sala d’aspetto sarà possibile trovare informazioni sui corretti stili di vita per la prevenzione oncologica.

Il servizio è attivo su prenotazione:


Tel. 02/9461303 esclusivamente il martedì e il mercoledì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00.

 

Si ricorda agli utenti che lo spazio prevenzione non è gestito dal personale dell’Hospice di Abbiategrasso. Occorre pertanto attenersi ai contatti e agli orari sopra riportati.