Morimondo: l’Abbazia abbraccia il Giro e anche l’Hospice

A Morimondo, nella sala Capitolare dell'Abbazia, si è svolta lo scorso mercoledì la serata di beneficenza voluta dal Rotary Club Morimondo Abbazia a favore dell'Hospice di Abbiategrasso.
L'idea e l'organizzazione si devono a Stefano Speroni, rotariano e appassionato di ciclismo, che con l'aiuto della sorella Monica ha pensato di accogliere la tappa del Giro con un'iniziativa di solidarietà. Alla realizzazione ha collaborato anche Sara Valandro, già impegnata in altri eventi a favore della struttura di via Dei Mille.

Numerosi i volti noti del ciclismo che hanno partecipato. C'era Davide Cassani, ct della nazionale di ciclismo e commentatore del Giro, Gilberto Simoni, vincitore nel 2001 del Giro d'Italia oltre a Davide Ballan che è stato campione del Mondo nel 2008. Avrebbe dovuto presenziare anche il presentatore Nicola Savino il quale con un videomessagio si è scusato per l'assenza. A sostituirlo il simpaticissimo Franz del duo comico Ale e Franz che ha scherzato con i commensali e fornito anche un commento tecnico, in chiave ironica, alla Tappa "Abbiategrasso-Prato Nevoso" con il supporto di Davide Cassani.

La cena è stata realizzata dallo chef Stefano Barbareschi (già Sadler Milano) con la preziosa collaborazione di David della Trattoria San Bernardo di Morimondo che ha fornito gratuitamente i camerieri e le attrezzature.
Il costo della partecipazione, fissato in 70 euro, ha consentito di ricavare fondi per sostenere le attività di cura fornite dall'Hospice di Abbiategrasso. Soddisfatti gli oltre 100 partecipanti che hanno apprezzato la cucina stellata e la qualità dei prodotti, molti dei quali forniti gratuitamente dagli sponsor.
Tra i tanti è bene citare Arioli caseificio e Spa Benessere, Ferrari Gioielli, Ufficine Mabec'art, Concessionaria Piva, Prime' Alture Wine Resort, La Versa, Cantina di Casteggio, Trattoria San Bernardo, Gorla Utensili, Panificio Ballarini, Nuovo Albergo Italia e Cicli Battistella.

L'Hospice ringrazia tutti i presenti e gli sponsor per la piacevole serata e per il contributo di 3500 euro frutto dell'impegno di tante persone.