Formalizzata la collaborazione tra i medici dell’Hospice e quelli dell’ASST Ovest Milanese

È stata firmata la convenzione tra l’ASST Ovest Milanese e l’Hospice di Abbiategrasso che ha durata dal 01/01/2017 al 31/12/2017 e che si è conclusa con l’accordo per il prosieguo di una parte del progetto “Il malato e la famiglia al Centro della Rete delle Cure Palliative”. Il progetto, presentato dall’Hospice nel 2012 e finanziato da Regione Lombardia, aveva avuto un brusco stop alla fine del 2016. Questo aveva determinato il mancato finanziamento delle attività dell’Ambulatorio in Hospice e delle consulenze dei palliativisti presso gli Ospedali di Abbiategrasso e Magenta.

La firma della convenzione dimostra la volontà da parte di ASST di proseguire la collaborazione con l’Hospice e mette fine a una parte di incertezze. Anche se l’attività dell’ambulatorio resterà a carico dell’Hospice, quella presso gli Ospedali sarà invece valorizzata con un contributo di 28.800 Euro.

Gli obiettivi di questa collaborazione sono essenzialmente quattro:

- Gestione del dolore e sintomi somatici;
- Gestione della comunicazione delle diagnosi e delle prognosi;
- Definizione condivisa del percorso assistenziale della persona malata;
- Contaminazione culturale tra le due realtà.

I medici palliativisti saranno presenti presso gli Ospedali di Magenta e Abbiategrasso tre volte la settimana (due pomeriggi al Fornaroli e uno al Cantù). Nel 2016 i professionisti dell’Hospice hanno svolto attività in Ospedale per 637 ore e hanno visitato 411 pazienti per un totale di 708 valutazioni. Circa il 45% dei malati non erano oncologici a dimostrare che le cure palliative stanno orientandosi sempre di più verso una pluralità di patologie.

In occasione della firma la dirigenza dell’Hospice di Abbiategrasso ha definito, con la collaborazione del Direttore Generale, del Direttore Sanitario e di quello Socio Sanitario dell’ASST, che l’attività di consulenza del palliativista sarà affiancata da: intensa comunicazione ai professionisti sanitari del territorio; redazione di un piano di formazione; raccolta dati con la finalità di individuare indicatori utili al miglioramento dell’assistenza erogata.