Tornano gli appuntamenti estivi della contrada di Bonirola. Musica, divertimento, convivialità e molto altro ancora con uno sguardo alla solidarietà. Il giorno 7 luglio, infatti, a Gaggiano presso la sede della contrada, in via Italia 24, ci sarà una serata dedicata alla musica e al sostegno all’Hospice di Abbiategrasso. Il gruppo dei volontari della Bonirola, attivi ormai da 10 anni, hanno in programma una serata ricca di allegria in cui birra, vino, salamelle, carne alla griglia e molto altro saranno protagonisti.

A tutto questo si aggiungeranno le esibizioni di ballo della scuola Sueῆo Latino, ci sarà l’animazione Sueῆo Latino di Marko e Irene, la presenza dei volontari dell’hospice, la musica di Dj Anywhere e l’opportunità di ballare con degli insegnanti di Salsa e Bachata. Appuntamento alle ore 20.30 per la cena con prenotazione gradita e consigliata.

Dalle 21.00 fino a mezzanotte spazio a balli di coppia o di gruppo, divertimento e un breve momento per conoscere meglio le attività dell’hospice.

Per info e prenotazione chiama il numero 340/6948028, oppure scrivi via e mail a contradadibonirola@gmail.com o consulta la pagina facebook

Giovedì 5 luglio alle ore 18.00 presso la Sala Consiliare del Castello Visconteo di Abbiategrasso si terrà il primo Hospice Community. Un incontro con la cittadinanza che vedrà la presentazione dei dati relativi all’attività dell’Hospice di Abbiategrasso e una sintesi dei progetti avviati e futuri. Il tutto raccolto nel “Bilancio Sociale 2017”, un documento sintetico che evidenzia le performances della struttura, narrando anche aspetti trasversali quali il coinvolgimento della comunità locale e di altri stakeholder.

Al convegno interverranno, oltre ai rappresentanti dell’Hospice, il Sindaco della città Cesare Nai, il dr. Grizzetti Consigliere Delegato di SICP Lombardia, il Presidente Nazionale della Federazione Cure Palliative Stefania Bastianello, il direttore Generale dell’ASST Ovest Milanese Massimo Lombardo. Sono stati inoltre invitati Giulio Gallera e Marco Bosio, rispettivamente Assessore al Welfare di Regione Lombardia e Direttore Generale di ATS Città Metropolitana.

I dati che verranno presentati faranno riferimento alle prestazioni sanitarie dei servizi della struttura di via Dei Mille. I 239 pazienti  ricoverati nel 2017, gli oltre 300 seguiti al domicilio, le consulenze presso gli Ospedali di Abbiategrasso e Magenta, oltre all’attività presso l’ambulatorio in Hospice che lo scorso anno ha consentito di seguire 54 pazienti. Un servizio innovativo che rischia però di chiudere in quanto è reso possibile solo grazie alla generosità di tanti donatori che sostengono il costo annuale di circa 90.000 Euro. Spazio anche a progetti sperimentali con la presentazione a cura della Dott.ssa Florian che introdurrà il tema delle consulenze palliative sia negli ospedali, con una sintesi di quanto realizzato in questi anni, sia nell’ambulatorio dell’Hospice.

Oltre agli aspetti più tecnici, Hospice Community sarà l’occasione per celebrare l’impegno di alcuni cittadini abbiatensi e di diverse associazioni, tra cui il VTV Abbiategrasso e il Corotrecime, il cui legame con l’Hospice è culminato nell’acquisto di un’auto per il servizio di assistenza domiciliare. Al termine, l’Associazione Amici dell’Hospice invita tutti per un aperitivo curato dai volontari.

La partecipazione è aperta a tutti ma è gradita la prenotazione.

Registrati all'evento.

Scarica il programma dell'evento.

A Morimondo, nella sala Capitolare dell'Abbazia, si è svolta lo scorso mercoledì la serata di beneficenza voluta dal Rotary Club Morimondo Abbazia a favore dell'Hospice di Abbiategrasso.
L'idea e l'organizzazione si devono a Stefano Speroni, rotariano e appassionato di ciclismo, che con l'aiuto della sorella Monica ha pensato di accogliere la tappa del Giro con un'iniziativa di solidarietà. Alla realizzazione ha collaborato anche Sara Valandro, già impegnata in altri eventi a favore della struttura di via Dei Mille.

Numerosi i volti noti del ciclismo che hanno partecipato. C'era Davide Cassani, ct della nazionale di ciclismo e commentatore del Giro, Gilberto Simoni, vincitore nel 2001 del Giro d'Italia oltre a Davide Ballan che è stato campione del Mondo nel 2008. Avrebbe dovuto presenziare anche il presentatore Nicola Savino il quale con un videomessagio si è scusato per l'assenza. A sostituirlo il simpaticissimo Franz del duo comico Ale e Franz che ha scherzato con i commensali e fornito anche un commento tecnico, in chiave ironica, alla Tappa "Abbiategrasso-Prato Nevoso" con il supporto di Davide Cassani.

La cena è stata realizzata dallo chef Stefano Barbareschi (già Sadler Milano) con la preziosa collaborazione di David della Trattoria San Bernardo di Morimondo che ha fornito gratuitamente i camerieri e le attrezzature.
Il costo della partecipazione, fissato in 70 euro, ha consentito di ricavare fondi per sostenere le attività di cura fornite dall'Hospice di Abbiategrasso. Soddisfatti gli oltre 100 partecipanti che hanno apprezzato la cucina stellata e la qualità dei prodotti, molti dei quali forniti gratuitamente dagli sponsor.
Tra i tanti è bene citare Arioli caseificio e Spa Benessere, Ferrari Gioielli, Ufficine Mabec'art, Concessionaria Piva, Prime' Alture Wine Resort, La Versa, Cantina di Casteggio, Trattoria San Bernardo, Gorla Utensili, Panificio Ballarini, Nuovo Albergo Italia e Cicli Battistella.

L'Hospice ringrazia tutti i presenti e gli sponsor per la piacevole serata e per il contributo di 3500 euro frutto dell'impegno di tante persone.

Pienone all’Annunciata per la quarta edizione di “Cori per l’Hospice – Memorial Gigi Colombo”. Circa 200 persone hanno affollato la sala dell’ex Convento per assistere all’esibizione del Corotrecime e delle corali invitate per l’occasione: Il Laetitia Chorus di Arese e il Coro Stella Alpina di Rho.

L’evento è stato realizzato con la finalità di ricavare fondi per la struttura di via Dei Mille, un impegno che il Corotrecime porta avanti da quando, ormai quattro anni fa, ci lasciava proprio Gigi Colombo, lo storico segretario del coro assistito dall’Hospice nei suoi ultimi giorni di vita.

Soddisfatti gli organizzatori che hanno raggiunto un ottimo risultato raccogliendo circa 1.000 euro. A fare gli onori di casa, in qualità di presentatore e cantante, Fabio Mazzetto che ha chiamato sul palco il Sindaco di Abbiategrasso Cesare Nai. Il primo cittadino ha lodato l’impegno del Coro, sia per le capacità musicali che per quelle sociali nei confronti dell’Hospice. Nai ha anche ringraziato gli operatori e i volontari dell’Hospice per il prezioso lavoro svolto e ha più volte ribadito l’importanza della struttura definendola “un’eccellenza di Abbiategrasso”.

Il concerto è durato circa due ore e ha visto alternarsi dapprima del gruppo locale con il suo ricco repertorio, a seguire il coro femminile di Arese che ha proposto un insieme di brani diversi tra cui anche la bellissima “Nothing Else Matter” dei Metallica. Per finire è salito sul palco il Coro Stella Alpina, chiamato all’ultimo momento a sostituire il Coro G. Paulli e che non ha fatto ripiangere gli assenti.
A rappresentare l’Hospice c’era Luca Crepaldi, responsabile della comunicazione, che ha ringraziato gli organizzatori ed in particolare gli sponsor: Revivre e Gorla Utensili. Crepaldi ha ricordato l’importanza di sostenere l’attività di cure palliative con le donazioni e il 5x1000, spiegando ai presenti che oggi l’Hospice è chiamato a un cambiamento: fare cultura sul tema delle DAT (testamento Biologico). Per farlo, l’Hospice ha bisogno dell’impegno di tutti ed in particolare della popolazione. “È importante far circolare la voce, favorire il passaparola – ha ricordato Crepaldi – affinché chiunque abbia conosciuto l’Hospice si faccia ambasciatore o ambasciatrice della nostra attività, ricordando sempre che all’Hospice di Abbiategrasso non si viene a morire, ma a trascorrere al meglio una fase della nostra vita.”

Domenica 11 marzo presso l’Annunciata di Abbiategrasso alle ore 16.00 il Corotrecime si esibirà in collaborazione con il Coro In Laetitia Chorus di Arese (Mi) e il Coro Stella Alpina di Rho con la finalità di raccogliere fondi per l’Hospice di Abbiategrasso e ricordare lo storico Segretario Gigi Colombo. L’ingresso è gratuito.

La rassegna musicale è giunta alla IV edizione ed ha ancora una volta ottenuto il patrocinio del Comune di Abbiategrasso e il prezioso sostegno di Revivre e Gorla Utensili. Il coro abbiatense sarà diretto dal direttore Luca Perreca che proporrà un ricco e vario repertorio di canti religiosi e della tradizione italiana e straniera. Il Coro in Laetitia sarà guidato da Massimo Mazza mentre il G. Paulli sarà diretto da Giorgio Scolari.

L’idea di questa kermesse musicale nasce dai rappresentanti del coro abbiatense che nel 2014 decisero di sostenere l’Hospice e di omaggiare Gigi Colombo che è stato uno dei soci fondatori del Corotrecime. Gigi per circa 60 anni ha svolto il ruolo di Segretario contribuendo ad ideare la rassegna abbiatense "Canti Popolari" che si ripete da 48 anni consecutivi l'iniziativa “Cori in Abbazia” giunta alla 30esima edizione. Nel periodo finale della sua vita Gigi era stato assistito proprio dall’Hospice.

Martedì 20 febbraio 2018, nel pomeriggio, l’Hospice di Abbiategrasso ha ricevuto la visita di Giulio Gallera, l’Assessore al Welfare di Regione Lombardia. L’occasione è stata la consegna del ricavato del Galà per l’Hospice che si era svolto sabato 3 febbraio presso l’ex Convento dell’Annunciata. 17.000 Euro depositati simbolicamente mediante un maxi assegno conferito da Kristina Caldaz e Luisa Maderna in rappresentanza del gruppo di lavoro che aveva pensato alla realizzazione dell’evento.

Per Gallera è stata l’occasione per visitare la struttura di via Dei Mille e toccare con mano le importanti riforme introdotte dal suo assessorato mediante la Dgr. 5918 del 2016. Le Delibera ha fatto da spartiacque per il mondo delle cure palliative lombarde inserendo, tra l’altro tra gli obiettivi daconcretizzare proprio il servizio di cure palliative ambulatoriali sperimentato dall’Hospice di Abbiategrasso dal 2012 al 2016.

Nel corso della visita si è svolta una breve conferenza stampa aperta da Moroni, direttore dell’Hospice, che ha ricordato i passaggi fondamentali della storia della struttura. Dall’apertura del 1994 al primo paziente affetto da HIV, all’introduzione del servizio di assistenza domiciliare fino ad arrivare all’ambulatorio di cure palliative, Moroni ha ricordato come il clima sia mutato intorno al centro di via Dei Mille. “Quando l’AIDS era un’emergenza l’Hospice di Abbiategrasso ha aperto coraggiosamente riscontrando non poche difficoltà a farsi accettare dalla cittadinanza. Oggi, oltre 20 anni dopo, la nostra realtà è conosciuta e ben vista, come dimostra l’ennesimo attestato di solidarietà che abbiamo avuto grazie al Galà.”

Gallera ha ringraziato per l’invito e dichiarato che: “il segno di civiltà di una società si ha quando questa si dimostra vicina, attenta e compente nei momenti più difficili di una persona. Riuscire ad accompagnare l’ultimo periodo di vita di una persona lenendo il dolore e farlo in maniera omogenea in tutta la Lombardia è un grande valore. L’obiettivo futuro, già introdotto con la Dgr. 5918, è la creazione di servizi integrati che facciano rete e mettano la persona malata al centro. L’ambulatorio di cure palliative ha in sé quella logica dell’accompagnamento che consente al paziente e ai famigliari di evitare il trauma del passaggio dalle cure attive a quelle palliative. L’obiettivo futuro è quello di stabilizzare questa forma di assistenza e farla diventare metodo per l’intero sistema lombardo. Oggi abbiamo la fortuna di avere realtà come l’Hospice di Abbiategrasso e sono ammirato dalla generosità dei cittadini lombardi e di quelli di questo territorio. Proprio loro hanno raccolto tanti soldi, 17.000 euro, per far sì che la capacità di dare assistenza a chi ne ha bisogno non venga mai meno e, anzi, si sempre più professionale.”

In ultimo è intervenuto il Sindaco di Abbiategrasso, Cesare Nai, che ha ricordato l’importanza dell’Hospice per tutta la città. “Il mio plauso va agli organizzatori del Galà che hanno saputo realizzare qualcosa di bello, un momento davvero piacevole che ci ha permesso di conoscere ancora meglio l’attività del nostro Hospice.”

Edizione n° 21 per la “Corriamo per l’Hospice” che torna anche nel 2018 ad Abbiategrasso. Appuntamento in via Stignani, 61, presso la Cappelletta, domenica 4 marzo con i podisti del VTV che organizzano la manifestazione. Collaboreranno alla realizzazione dell’evento anche i volontari dell’Hospice e il gruppo La Cappelletta che metterà a disposizione la location e le attrezzature.

La partenza è libera ed in programma dalle 8.00 alle 9.00, mentre il ritrovo è fissato per le ore 7.00. I percorsi da affrontare sono tre di diversa lunghezza: 6 – 13 – 21 km. L’iscrizione resterà aperta sino alle 8.45 del giorno stesso per i singoli e fino alle 14.00 del 3 marzo in caso di gruppi. La quota di iscrizione per i Tesserati FIASP con riconoscimento (primi 1000 iscritti) è pari a 6,00 € senza riconoscimento: 2,50 €. L’iscrizione per i non tesserati FIASP è di 6,50 € con riconoscimento e 3,00 € senza. Sono previsti premi e cesti gastronomici per i gruppi superiori a 15 componenti. Ulteriori informazioni sono disponibili nel volantino.

Anche quest’anno alcune iniziative collaterali caratterizzeranno la corsa: la sfida di Pier Stazzeri (#corriPierHospice), la partecipazione del gruppo Donna in Corsa Rosa capitanato da Patrizia Siano, la raccolta fondi promossa da Enrica Pastori, la presenza all’insegna della goliardia di una delegazione dei “Marziani” e l’adesione del gruppo regionale di arbitri. I fondi raccolti saranno destinati all’acquisto di un’auto per l’assistenza domiciliare in cure palliative dell’Hospice di Abbiategrasso.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
Sig. Antonino Li Causi
Cell. 339/7130756
email: licausi.tonino@tiscali.it
Sig.ra Rosa Davide
Cell. 340/9688956
email: info@gsd-vtv.it

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito internet del VTV: http://www.gsd-vtv.it/